FEDER_ENG

WIEMSPRO SL in the ICEX Next Program, has had the support of ICEX and the co-financing of the European ERDF fund. The purpose of this support is to contribute to the international development of the company and its environment.

Tens e EMS

Iscriviti alla nostra Newsletter!

In cosa differisce l’elettrostimolazione TENS dall’elettrostimolazione EMS ?

Applicare la scienza e la tecnologia al modo in cui ci alleniamo quotidianamente ci aiuterà a ottenere risultati migliori. Ad esempio, l’uso dell’elettrostimolazione nei tuoi allenamenti non serve solo a migliorare la tua salute fisica e a mantenerti in forma, perdere peso o aumentare la potenza muscolare (anche se il suo principale utilizzo è più focalizzato su aspetti estetici proprio in virtù della reale visibilità dei risultati). Con soli 20 minuti di allenamento alla settimana con l’elettrostimolazionen, ti sentirai meglio, il tuo corpo sarà più tonico e i tuoi muscoli saranno sempre più definiti. Quindi ti parliamo dei vantaggi dell’allenamento EMS con L’ EMS la stimolazione muscolare elettrica,  non è utilizzata solo per migliorare l’ estetica.

differenza tra tens e ems

L’EMS può essere un valido strumento per allenare la flessibilità, frequentemente è utilizzata a fini terapeutici, infatti giova e migliora le  sessioni riabilitative, lesioni localizzate.

Ottimo risultati si ottengono anche su soggetti con patologie come l’artrosi, l’artrite, o la sclerosi multipla.

A questo punto, potremmo distinguere tra due concetti: elettrostimolazione EMS e elettrostimolazione TENS.

Elettrostimolazione EMS

L’uso dell’elettrostimolazione EMS si ottiene grazie a un particolare giubbotto o tuta da allenamento. Questo abbigliamento ha degli elettrodi posizionati strategicamente sul nostro corpo.

Gli elettrodi scaricano impulsi elettrici a bassa o media frequenza e provocano l’attivazione dei muscoli grazie alla scarica muscolare. Questa tecnologia di solito ha uno scopo sportivo, terapeutico o estetico.

Al contrario, l’ elettrostimolazione TENS ha uno scopo puramente terapeutico. Per capirne l’uso, dobbiamo prima introdurre il concetto di analgesia.

L’analgesia è la scomparsa o la modulazione, naturale o provocata, di qualsiasi sensazione di dolore, e può essere locale e interessare solo una parte del corpo, oppure regionale.

Elettrostimolazione TENS

L’ elettrostimolazione TENS , la cui abbreviazione in inglese è Transcutaneus Electrical Nervous Stimulation, agisce come una elettropuntura per il trattamento del dolore.

Il dispositivo funziona con elettrodi, che inviano una carica elettrica all’area interessata e generano una sensazione di formicolio. Questo solletico che si genera eccita le fibre sensoriali e genera impulsi elettrici che permettono di alleviare il dolore in modo molto naturale, seppur provocato, senza la necessità di ricorrere a farmaci o analgesici. In parole più tecniche, con l’elettrostimolazione TENS si genera un’analgesia locale o regionale.

Principali differenze tra Tens ed EMS

A questo punto, riassumiamo in questa tabella le principali differenze tra l’elettrostimolazione TENS e l’elettrostimolazione EMS .

TENSEMS
Dolore acuto o cronico. Recupero dopo l’intervento chirurgico. Dolore post-operatorio. Emicranie o cefalee tensive abituali. Infortunio sportivo. Artrite, tendinite o borsite. Dolore nella guarigione di una ferita.Contratture muscolari. Disfunzione della circolazione sanguigna. Atrofia muscolare per inattività. Riabilitazione e perdita della mobilità funzionale. Prevenzione della trombosi venosa dopo un intervento. Tonificazione muscolare.
Destinazione d’uso: analgesiaDestinazione d’uso: lavoro muscolare
Funziona con le fibre nervose sensorialiFunziona con le fibre nervose motorie
elettropunturaTuta con elettrodi posizionati strategicamente sulle aree muscolari
Il tempo della sessione è generalmente più lungo (fino a 30 minuti)La durata della sessione è generalmente più breve (tra 15-20 minuti)
Di solito è più economico di EMSDi solito più costoso di TENS
Elettrodi piccoli e ugualiGli elettrodi variano a seconda del muscolo

TENS VS EMS

Come si può notare, la principale differenza tra queste due forme di elettrostimolazione è che l’elettrostimolazione TENS è più orientata a scopi terapeutici, sono utilizzate cariche elettriche minime in una zona del corpo ben definita quella dolorante, per proiettare un’analgesia locale o regionale, e alleviare, quindi,  il dolore in modo naturale, senza l’intervento di farmaci.

principali differenze tra Tens ed EMS

L’elettrostimolazione EMS utilizza la corrente elettrica (che passa attraverso gli elettrodi della tuta per elettrostimolazione ) per attivare i nervi negli strati muscolari più profondi del nostro corpo che sono difficili da attivare con l’allenamento tradizionale.

Questa scarica produce una contrazione muscolare che attiva i muscoli, migliorando così l’allenamento e, di conseguenza, i risultati.

Va evidenziato che l’allenamento con elettrostimolazione EMS a bassa potenza può creare un effetto analgesia, ma il contrario non può mai accadere il contrario, ovvero un esercizio di elettrostimolazione TENS non rifletterà mai sui risultati estetici.

Conclusioni

A Wiems Lab si unisce la scienza, la tecnologia ed l’elettrostimolazione per promuovere l’uso del sistema EMS in tutti i tipi di profili e casi cronici. Se vuoi far parte del nostro studio, lasciaci i tuoi dati a questo link.

Condividi questo post:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
[geot_country_name]